La sessualità nella coppia anziana

Il sesso costituisce sovente un problema per le coppie longeve, che a volte vivono accanto ma non insieme. Nella nostra società si discute se esiste o no la “pace dei sensi “ negli anziani; l'amore è un'avventura dalla fine incerta, il sesso pure; quindi fare sesso con la stessa persona fino alla fine della vita è possibile ma è difficile.
Di uomini anziani, grandi amatori si è parlato tanto: Charlie Chaplin, Picasso, Yves Montand sono stati vecchi che si sono concessi i piaceri dell'erotismo fino alla morte.

E le donne? Non vengono mai nominate, come se la menopausa fosse considerata, a torto, la fine della sessualità femminile. In realtà il sesso a sessanta anni non è tutto fuochi d'artificio. Bisogna arrendersi all'evidenza che il corpo cambia nelle proporzioni , nell'elasticità della pelle, nella tonicità muscolare. Ci troviamo spesso una diminuizione delle capacità sensoriali e l'invecchiamento si accompagna ad un rallentamento dell'attività sessuale.

Master e Johnson. ( 1967) hanno individuato delle modificazioni fisiologiche nelle 4 fasi dell'atto sessuale, sia nel maschio che nella femmina. Nell'uomo l'erezione può non essere completa e l'eiaculazione diminuisce; nella fase orgasmica il volume del liquido seminale è minore; il periodo refrattario cresce con l'aumentare dell' l'età.

Ci sono altri fattori di rischio per la difficoltà erettiva: ipertensione, arteirosclerosi, ipercolesterolemia, diabete, fumo, alcool, depressione, ipertrofia prostatica, e prostatectomia radicale.

Alcuni farmaci presi dopo i 50 anni, in modo continuativo come i betabloccanti, i cortisonici, la digitale, i diuretici e gli antifungini possono incidere nella D E.

Tutto ciò può contribuire a un deficit erettivo, con conseguente ansia di prestazione e timore di fallimento ma fortunatamente oggi in commercio ci sono farmaci specifici per la difficoltà erettiva.

Nella donna la menopausa è un fenomeno brusco: nel giro di un anno circa si arresta l'attività delle ovaie, diminuiscono sopratutto gli estrogeni e il progesterone. Questi cambiamenti provocano un' irregolarità mestruale e sucessivamente la cessazione del ciclo, con conseguente diminuizione dell'elasticità vaginale e una minor lubrificazione.

La terapia ormonale sostitutiva può essere presa in considerazione, valutando i vantaggi/rischi; e nel bilancio fra prò e contro, bisogna pensare non solo alla salute ma anche alla qualità della vita, compresa la sfera della sessualità. Ci sono poi in commercio prodotti lubrificanti e stimolanti del piacere femminile.

L'invecchiamento erotico significa indebolimento, perdita, e un ripiegamento su di sé che non di rado è l'espressione di una depressione mascherata. Ogni declino fisico o sessuale può essere vissuto come l'inizio del processo di invecchiamento, o come la fine imminente della vita.

Il tempo è un nemico importante per la sessualità di coppia, e riesce a raffreddare le passioni più bollenti. L'usura dell'eros può essere compensata dalla tenerezza e dalla complicità, dato che il contatto fisico fatto di abbracci e carezze e genitalità è altrettanto importante quanto l'atto sessuale. La vita affettiva, emotiva e psichica assume una dimensione rilevante nella coppia anziana; l'amore è una ragione di vita, si ha bisogno di sentirsi amati e di essere oggetto di attenzioni e di affetto da parte del partner.

Nella coppia longeva la qualità diventa più importante della quantità; le coppie longeve devono imparare a pensare in modo erotico lasciando libera la fantasia.
L'eros però ha bisogno anche di novità, trasgredire l'apatia, infrangere la regola; cambiare luogo dove far l'amore può essere utile per risvegliare antiche emozioni.

Possiamo concludere che gli anziani in salute continuano ad avere una vita sessuale attiva, e la sessualità continua a rappresentare una modalità di linguaggio e comunicazione anche oltre l'età convenzionalmente definita dalla società e mantiene quel valore simbolico di linguaggio non verbale della sfera affettiva.




Bibliografia

Willy Pasini La vita a due Mondadori"

 

Share by: